“Sono venuto qui per sparire, in questo borgo abbandonato e deserto di cui sono l’unico abitante”

Don Chisciotte

Non un Don Chisciotte accademico che combatte contro i retorici mulini a vento, ma un Don Chisciotte rimesso al mondo e scaraventato senza rete di protezione nel nostro folle presente. L’azione si svolge in un manicomio dove Don Chisciotte è uno dei pazienti e Sancho Panza il suo infermiere. C’è Emily Dickinson, che soffre di colite ed è sempre al gabinetto, c’è quell’esibizionista villoso di Lev Tolstoj, c’è Giacomo Leopardi, un nano gobbo e culturista, c’è Franz Kafka con due mollette da bucato sulle orecchie, c’è Fëdor Dostoevskij e c’è una cagna di nome Emily Brontë. Di notte, nei corridoi del manicomio, si aggira la Piccola Fiammiferaia. E poi ci sono infermieri che grugniscono come cinghiali, un primario che si dondola sull’altalena, una statua vivente, una ragazza giapponese con i capelli che non smettono mai di crescere e invadono il pavimento… E soprattutto c’è Dulcinea come non l’avete mai vista e neppure concepita, una Dulcinea tutta rotta, fessura tra mondi…


www.bacoproductions.org/donchisciotte/

La lucina

The film is based on the novel La lucina (Mondadori 2013) written by the author Antonio Moresco. This is an independent low budget film produced by BACO Productions.

SEM non è solo libri…
Dalla pagina al palco: lo scorso giovedì abbiamo assistito a “La Lucina”, lo spettacolo teatrale tratto dal libro di Antonio Moresco. Qui l’intervista all’autore e all’attore, Silvio Castiglioni, che ci ha raccontato questa storia magica con le immagini di Georgia Galanti.